Infertile grounds

Sandra Vitaljić

Infertile Grounds costruisce un dialogo tra l’identità nazionale croata e alcuni luoghi di particolare rilevanza storica o geo-strategica. Tutti i paesaggi della serie condividono il segno di un trauma, che si tratti di un evento storico o di un esperienza individuale. Boschi, campi e fiumi sono legati al folklore e ai miti locali, ma nel tempo sono anche diventati parte integrante di una retorica che tende a legittimare ideologie e sistemi politici. Il lavoro tenta di creare un luogo della memoria nello spazio della fotografia, un memento non prodotto dall’ideologia, ma generato dalla necessità di ricordare quelle vittime che mai hanno avuto alcuno spazio nella ‘cultura della memoria’ ufficiale.

 

SANDRA VITALJIĆ è nata a Pula, Croazia, nel 1972. Dopo la laurea in fotografia ha completato il suo percorso di studi con un dottorato in storia e teoria della fotografia presso l’Academy of Performing Arts, Film and TV (FAMU) di Praga. Oggi insegna nel Dipartimento di Cinematografia all’Academy of Dramatic Art a Zagabria. E’ strata premiata con una residenza ArtLInk presso l’Ansel Adams Center of Photography di San Francisco, ha vinto il CCN Award a Graz e il Premio per l’Arte Contemporanea Croata al T-HT@MSU. Ha pubblicato due libri, Infertile Grounds e War of ImagesContemporary war photography, e ha esposto il suo lavoro in numerose mostre personali e collettive in Croazia e all’estero.